ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gaza: strage di bambini, il 25% delle vittime sono minori

Lettura in corso:

Gaza: strage di bambini, il 25% delle vittime sono minori

Dimensioni di testo Aa Aa

Doveva essere tregua a Gaza. È stata la nottata dei bombardamenti più pesanti dall’inizio dell’operazione israeliana ‘Colonna della difesa’.

Colpiti un centinaio di obiettivi, raso al suolo il ministero della Sicurezza, uno dei principali centri di comando di Hamas. Colpite anche tubature di combustibile al confine con l’Egitto. Per lunghe ore la Striscia è rimasta immersa nell’oscurità.

Il bilancio di otto giorni di assedio è di circa 140 vittime, un quarto di esse sono bambini. Oltre mille i feriti.

Dall’altro lato del fronte, la stampa israeliana riporta che sono circa 1400 i razzi lanciati da Gaza in una settimana, 780 dei quali esplosi in aree aperte e 400 intercettati dal sistema di difesa antimissili ‘Iron Dome’.

La città più bersagliata è Ashkelon, nel sud del Paese, ma non si segnalano vittime.

“Israele vuole la pace, ma per raggiungere questo obiettivo dobbiamo andare avanti con i bombardamenti e le attività militari – sostiene
Otniel Shneller, esponente del partito Kadima – Fino a quando non ci sarà l’atmosfera giusta per prendere una decisione condivisa”.

Tel Aviv dice no ad un intervento delle Nazioni Unite a Gaza e si prepara alla fase due: l’invasione della Striscia con le truppe di terra. Un’ipotesi pronta a concretizzarsi di fronte al fallimeto delle diplomazie.