ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Attentato al bus di Tel Aviv, 28 feriti. La polizia sulle tracce di sospetti

Lettura in corso:

Attentato al bus di Tel Aviv, 28 feriti. La polizia sulle tracce di sospetti

Dimensioni di testo Aa Aa

La polizia israeliana avrebbe localizzato in un piccolo centro tra Tel Aviv e Gerusalemme le persone che vengono sospettate di aver compiuto l’attentato esplosivo contro un bus della capitale.
 
Diverse ore dopo lo scoppio un bilancio parla di 28 feriti di cui almeno uno in gravi condizioni. Ma oltre lo sdegno per il costo umano, l’attentato alimenta la diffidenza e la rabbia tra gli israeliani.
 
“Se hai un nemico puoi parlarci, cercare un accordo. Ma se il tuo nemico vuole ucciderti, non puoi dire va bene così. Devi essere tu a uccidere lui”.
 
“Non vogliamo fare la guerra a nessuno, vogliamo solo vivere in pace. Ma non abbiamo questa possibilità con i nostri vicini, allora dobbiamo fare il necessario, perchè nessuno al mondo avrebbe accettato di vedersi arrivare sulla testa ogni cinque minuti una bomba che ferisce persone innocenti”
 
L’attentato non è stato rivendicato da Hamas, un cui portavoce si è limitato a definire l’accaduto “una conseguenza dell’aggressione israeliana a Gaza”.