ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

RD Congo: Goma è caduta in mano ai ribelli

Lettura in corso:

RD Congo: Goma è caduta in mano ai ribelli

Dimensioni di testo Aa Aa

I ribelli del Movimento 23 Marzo hanno preso il controllo della città di Goma, praticamente senza sparare: l’esercito regolare ha abbandonato il campo, mentre i ribelli sfilavano nella periferia del capoluogo del Kivu settentrionale.
Restano, a protezione della popolazione, i caschi blu, che finora avevano appoggiato l’esercito regolare. Molti, qui, si sentono traditi:
“Ci sentiamo abbandonati dal governo del presidente Kabila, non sappiamo cosa fare. Le forze di pace delle Nazioni Unite sono completamente inutili, sono stati a guardare i ribelli che prendevano la città, senza reagire. Ci sentiamo traditi”.
Una fonte dell’ONU ha confermato che, visto il ritiro delle truppe regolari, i caschi blu hanno rinunciato a difendere la città, anche per non mettere inutilmente a rischio la popolazione. Per il governo di Kinshasa è una pessima giornata. Il presidente invita comunque a mantenere la calma:
“È difficile dire che dobbiamo restare calmi, ma in effetti dobbiamo mantenere la calma. Il Congo deve continuare a prepararsi e mobilitarsi”, ha detto il presidente Kabila mentre i ribelli prendevano il controllo dei posti di frontiera con il vicino Rwanda. Kabila ha anche chiesto alla popolazione di mobilitarsi per difendere la sovranità del Paese, con chiaro riferimento a una presunta aggressione da parte del Paese confinante, accusato di aver armato i rivoltosi.
I caschi blu hanno intanto messo al sicuro un gruppo di italiani che erano rimasti bloccati tra i due fronti. Tra questi anche un vulcanologo che aveva lanciato un drammatico appello.