ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Clinton attesa in Israele. Ban "no a offensiva via terra"

Lettura in corso:

Clinton attesa in Israele. Ban "no a offensiva via terra"

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Segretario di Stato statunitense Hillary Clinton vola in Israele per incontare il premier Benyamin Netanyahu.

Nel frattempo al Cairo, si cerca di evitare un’offensiva di terra a gaza con il segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon che denuncia il rischio di una pericolosa escalation.

“Sono qui perchiedere la fine delle violenze – ha detto il rappresentante delle Nazioni Unite – e per offrire il mio aiuto alle iniziative intraprese per raggiungere il cessate il fuoco”.

Dichiarazioni che si scontrano con la realtà del Consiglio di Sicurezza. La Russia accusa gli Stati Uniti di fare ostruzionismo per bloccare una bozza di risoluzione su Gaza presentata dai Paesi arabi. Washington dice che non vuole pregiudicare i negoziati in corso.

“Un membro del Consiglio di Sicurezza, sono sicuro che possiate intuire facilmente di chi si tratta – ha dichiarato l’ambasciatore del Cremlino presso l’Onu Vitaly Churkin – non appoggerà qualsiasi risoluzione del Consiglio di Sicurezza perché dice che potrebbe danneggiare gli sforzi fatti dall’Egitto nella regione”.

La crisi a Gaza potrebbe compromettere la richiesta di riconoscimento della Palestina come Stato non membro delle Nazioni Unite. Una richiesta che soprattutto in Europa raccoglie enormi consensi.