ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: le divisioni dell'opposizione

Lettura in corso:

Siria: le divisioni dell'opposizione

Dimensioni di testo Aa Aa

Un video postato nottetempo sottolinea le divisioni nell’opposizione siriana: tredici gruppi islamici in lotta contro il regime siriano rifiuterebbero lo Stato siriano laico proposto dalla coalizione, e vorrebbero invece instaurare uno Stato islamico ad Aleppo.    Usiamo il condizionale perché nel video non si nota alcun leader, e perché uno dei gruppi menzionati ha smentito di aver partecipato a una simile riunione e di volere uno Stato islamico.  
 
Resta comunque l’incertezza, oltre che sulle reali adesioni a quel comunicato, anche sull’effettiva base di cui possa godere la coalizione delle opposizioni, che ha eletto sede al Cairo: il leader, Mouaz al-Khatib, ha aperto la porta ai gruppi che non hanno aderito.    “Teniamo conto delle loro preoccupazioni, resteremo in contatto con loro per aumentare la collaborazione”, ha assicurato al-Khatib dopo un incontro con il Ministro degli Esteri egiziano.  Al-Khatib aveva incassato nelle scorse ore l’appoggio della Francia, espresso dal presidente François Hollande.   Ora anche l’Italia ha riconosciuto la coalizione come interlocutore legittimo in nome dei siriani.