ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Incontro Putin-Merkel con l'ombra delle Pussy Riot

Lettura in corso:

Incontro Putin-Merkel con l'ombra delle Pussy Riot

Dimensioni di testo Aa Aa

L’ombra delle pussy riot sul forum di dialogo russo-tedesco, prologo del bilaterale al Cremlino fra il presidente Vladimir Putin e la cancelliera Angela Merkel, a Mosca.
Momenti di tensione fra i due quando la cancelliera tedesca Angela Merkel ha parlato in merito alla vicenda delle tre giovani condannate a due anni di lavori forzati per aver cantato una preghiera punk nella cattedrale di Cristo Salvatore cercando di difendere le ragazze. Una è già stata rilasciata.
‘‘Non so se sia proprio necessario mandare per due anni in un campo di lavoro due giovani ragazze. Se questo accadesse in Germania non so cosa succederebbe, non è una critica verso la russia. Vorrei che se ne discutesse’‘, ha lamentato la Merkel.
Pronta la replica del numero uno del Cremlino: ‘‘Ma lei lo sa che una di loro aveva appeso un manichino di un ebreo dicendo che bisogna liberare Mosca dagli ebrei? Noi non possiamo sostenere le persone che stanno su posizioni antisemite. La pregherei di tenerlo presente’‘.
Dopo la timida difesa delle Pussy Riot, la cancelliera è tornata all’attacco con Putin discutendo della situazione della società civile in Russia. La tedesca ha espresso la sua preoccupazione per una serie di leggi promosse dal partito del presidente che potrebbero soffocare il dissenso.