ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Giordania: slogan contro la monarchia, scontri

Lettura in corso:

Giordania: slogan contro la monarchia, scontri

Dimensioni di testo Aa Aa

Migliaia di giordani sono scesi in piazza anche ieri, dopo giorni di proteste scatenate dall’aumento dei prezzi del carburante. Alcuni hanno chiesto anche la caduta del re Abdallah, scandendo i tipici slogan della primavera araba.

Tra i dimostranti c’erano studenti, militanti di sinistra e islamisti vicini ai Fratelli Musulmani. Questi ultimi reclamano anche il rinvio delle elezioni anticipate indette per il 23 gennaio e invitano a boicottarle se prima non saranno varate riforme che riequilibrino le rappresentanze in Parlamento.

Le manifestazioni si sono svolte in varie città. Quella tenutasi in serata, davanti al ministero dell’interno ad Amman, è stata contrastata da un folto gruppo di sostenitori del re, che hanno aggredito decine di dimostranti.

La monarchia hashemita può contare soprattutto sull’appoggio di tribù autoctone delle zone rurali della Giordania, mentre oltre la metà della popolazione è di origine palestinese.

Nei giorni scorsi, la protesta ha provocato 1 morto, una settantina di feriti e 150 arresti.