ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Un nuovo ostacolo per la Grecia

Lettura in corso:

Un nuovo ostacolo per la Grecia

Dimensioni di testo Aa Aa

La crisi greca non conosce tregua. La Grecia rimborserà 5 miliardi di euro di titoli a breve termine, grazie ai fondi arrivati a inizio settimana dall’emissione di titoli obbligazionari a breve con tasso al 4% acquistati sostanzialmente dalle banche greche che hanno compensato il ritardo dei finanziatori dei fondi Ue e Fmi. Superato lo scoglio resta il prossimo appuntamento del rilascio della tranche da 31 miliardi di euro. Intanto secondo il direttore generale del Fmi Christine Lagarde l’Europa deve trovare un accordo per inserire il debito sui binari della sostenibilità.
Occorre lavorare duro concentrarsi, essere sicuri che stiamo lavorando allo stesso obiettivo, che é quello che la Grecia possa operare su basi sostenibili, possa riprendersi, reggersi sui suoi piedi e tornare sul mercati il più presto possibile».

Attalmente c‘è profondo disaccordo, perché il Fmi non esclude un un taglio dei debito greco da parte dei governi europei per dare sostenibilità al debito greco, mentre la Germania e anche Bruxelles preferirebbero altre soluzioni.
il debito totale della Grecia è previsto nella Finanziaria 2013 in crescita di quasi il 190% del Prodotto interno lordo il prossimo anno, il che significa che è altamente improbabile che tornino ai 120 per cento del Pil entro il 2020. Su questo c‘è lo scontro tra Fmi e Ue.