ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gotovina: festa in Croazia, choc in Serbia

Lettura in corso:

Gotovina: festa in Croazia, choc in Serbia

Dimensioni di testo Aa Aa

A Zagabria migliaia di persone assistevano in diretta alla lettura della sentenza d’appello: il boato della folla ha salutato l’assoluzione di Ante Gotovina, oltre a quella di Mladen Markac.

“Ante, Ante”, urlava un gruppo di sostenitori. Il governo ha reagito inviando un aereo per riportare subito in patria i due ufficiali assolti.

Ma la reazione ufficiale è prudente:

“Evidentemente queste due persone sono innocenti – ha detto -, ma questo non significa che anche per la Croazia la guerra non sia stata complessa, sanguinosa, ingiusta. Ci sono stati errori in quella guerra, e lo Stato croato ne è responsabile, non Markac e Gotovina. E a coloro che sono stati danneggiati dalla Croazia posso assicurare che la Croazia pagherà il proprio debito con la giustizia”, ha aggiunto il premier.

Da parte serba, si parla di verdetto-choc: Savo Strbac, fondatore dell’associazione Veritas che raccoglie le notizie di crimini contro i serbi, dice che si tratta di una sentenza vergognosa. “Sono giudice – aggiunge -, so come funzionano le cose, e questo verdetto è frutto di un voto a maggioranza”.

Strbac era ministro dell’informazione nell’autoproclamata Repubblica Serba di Krajina, quando fu lanciata l’operazione “tempesta”, con la quale i croati, guidati da Gotovina, ripresero il territorio ribelle.