ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gaza risveglia instinti antioccidentali del mondo arabo

Lettura in corso:

Gaza risveglia instinti antioccidentali del mondo arabo

Dimensioni di testo Aa Aa

Il nuovo scontro fra Israele e i palestinesi ha polarizzato nuovamente i campi. Numerose organizzazioni di ebrei d’America stanno facendo collette per sostenere lo sforzo bellico in patria. Anche la Casa Bianca è scesa al fianco di Israele. Secondo il portavoce del dipartimento di stato, Tel Aviv non fa che difendersi: “La violenza è istigata da Hamas. Lo abbiamo detto e ripetuto. Comprendiamo il dolore per le vittime civili israeliane e palestinesi, ma diciamolo chiaro che il colpevole di tutto è Hamas”
Nella città di Gaza intanto, è già emergenza umanitaria. Scarseggiano i viveri e la città sembra isolata anche se oggi, in segno di sfida verso Tel Aviv, arriva in città il premier egiziano Hisham Quandil a rivendicare un interventismo diplomatico sconosciuto al Cairo di Mubarak.

Anche Tony Blair, inviato del quartetto in medio oriente, è convinto che le provocazioni provengano da una parte: “La prima cosa da fare è che si interrompano i lanci di razzi contro israele perché essi provocano come rappresaglia i bombardamenti di Tsahal. L’unico risultato è quello che ci saranno altre vittime innocenti fra gli israeliani e i palestinesi”.

Il governo israeliano però deve fare i conti con la collera del mondo islamico, non solo dell’Iran, ma anche di Egitto e Turchia. Questo in attesa della riunione straordinaria della Lega Araba fissata per oggi al Cairo.