ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

USA: scandalo Petraeus, Obama conferma fiducia in John Allen

Lettura in corso:

USA: scandalo Petraeus, Obama conferma fiducia in John Allen

Dimensioni di testo Aa Aa

Nuovo grattacapo per l’amministrazione Obama. Lo scandalo Petraeus coinvolge anche il generale John Allen, suo successore in Afghanistan, e ora appena nominato Comandante supremo delle forze Nato in Europa. Quest’ultimo incarico, che attende conferma dal Senato, è stato però sospeso temporaneamente dalla Casa Bianca, che comunque minimizza.

“Il Presidente – afferma il portavoce Jay Carney – ha un’alta opinione del Generale Allen e del suo servizio al Paese, così come del lavoro che ha svolto in Afghanistan. Ha fiducia in lui e crede che stia facendo e abbia fatto un ottimo lavoro nell’ISAF.”

Il suo coinvolgimento deriva dal fatto che, nel corso dell’inchiesta su Petraeus, è stato scoperto che una delle due donne al centro dello scandalo, Jill Kelley, ha avuto un fitto scambio di email anche con Allen.

Jill Kelley, di origini libanesi, è la persona che ha fatto scoppiare il caso, denunciando per stalking Paula Broadwell, che l’aveva minacciata considerandola una rivale in amore per la sua amicizia con David Petraeus.

Il direttore della Cia si è dimesso per aver tradito la moglie con Paula Broadwell, ma il fatto che quest’ultima fosse in possesso di informazioni riservate costituisce l’aspetto più grave della vicenda.

Un problema serio per la Casa Bianca, che dell’ex direttore della Cia aveva fatto uno dei simboli vincenti dell’amministrazione.