ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sciopero generale contro l'austerità nel sud-Europa

Lettura in corso:

Sciopero generale contro l'austerità nel sud-Europa

Dimensioni di testo Aa Aa

Milioni di lavoratori in sciopero oggi nei paesi del sud dell’Europa. Nel mirino ci sono sempre l’austerità, la disoccupazione e la precarietà crescente.

Per la prima volta i sindacati di Spagna e Portogallo hanno coordinato le loro azioni di protesta. Stato di agitazione anche in Grecia, in Italia, con 4 ore di astensione dal lavoro proclamate dalla Cgil e iniziative anche in Francia e Belgio.

Per la Spagna si tratta del secondo sciopero generale dell’anno:

“Il governo sta adottando misure di austerità ingiuste, che hanno un impatto solo su chi non è responsabile della crisi economica – dice uno scioperante – C‘è la crisi, ma le grandi compagnie e le banche fanno un sacco di soldi e di benefici, mentre tutti gli altri stringono la cinghia”.

“Devono fare marcia indietro – aggiunge un’altra – bisogna varare politiche che vadano incontro ai cittadini e non solo ai ricchi. Non possono continuare a iniettare denaro pubblico nelle banche”.

Il governo spagnolo ha disposto un grosso spiegamento di forze. Già nelle prime ore del mattino erano state arrestate oltre 30 persone, in seguito a incidenti scoppiati ai picchietti di sciopero. La tensione è forte.