ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Quote rosa nei cda delle grandi aziende europee

Lettura in corso:

Quote rosa nei cda delle grandi aziende europee

Dimensioni di testo Aa Aa

Nei consigli di amministrazione delle grandi compagnie europee solo un membro su sette è donna. Dopo un lungo braccio di ferro, la Commissione ha adottato una direttiva contro le discriminazioni… entro il 2020 il 40% dei membri dei consigli di amministrazione dovrà essere donna e non per favoritismi, sottolinea la Vice-presidente della Commissione Viviane Reding:
“Dovrà essere una selezione sulla base delle competenze. Non dovrà essere preferita una donna perchè donna, ma perché è brava, perchè è una professionista che conosce il suo lavoro”.

La proposta della commissaria Reding è stata molto semplificata per l’opposizione che ha ricevuto all’interno dello stesso esecutivo europeo. Si applicherà solo a 5000 compagnie che sono quotate in Borsa. Escluse invece le piccole e medie imprese. Spetterà agli stati membri sanzionare le aziende indisciplinate.

Spiega l’eurodeputata portoghese Edite Estrela:
“La proposta potrebbe essere molto piu’ ambiziosa, ma è il primo passo verso un migliore equilibrio tra i generi al vertice delle grandi società europee. E’ un bene tuttavia che siano state escluse le piccole e medie imprese perchè è più difficile per questo settore rispettare questa rappresentazione dei generi”

Undici paesi tra cui l’Italia hanno già introdotto leggi per sostenere la presenza femminile a livello manageriale, tuttavia non è certo che la direttiva sia approvata: Germania e Gran Bretagna si sono già schieratate contro.