ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Portogallo e Grecia in profonda recessione

Lettura in corso:

Portogallo e Grecia in profonda recessione

Dimensioni di testo Aa Aa

L’economia nei 17 paesi della zona euro è sulla via della ripresa? Sembrerebbe, il condizionale è quanto mai d’obbligo, di si. A cominciare dal rapporto euro-dollaro che dal 26 luglio , giorno in cui Mario Draghi annunciava un piano di acquisti di obbligazioni, ha guadagnato circa il 10%.
Ma al di là dei dati puramenti monetari, la commissione di Bruxelles ha emesso un avvertimento: alla fine del 2012 il tasso di crescita sarà negativo dello 0,4%, invece il segno positivo anche se limitato allo 0,1% sarà di ritorno a partire dal 2013. Sull’occupazione, invece, le previsioni sono negative con un tasso di crescita dei senza lavoro all’11,8% previsto per il prossimo anno.

Tra i paesi piu’ colpiti dalla crisi c‘è il Portogallo. Il prodotto interno lordo è sceso nel terzo trimestre del 2012 del 3,4% rispetto al corrispondente periodo del 2011: è il sesto trimestre consecutivo di recessione per il paese lusitano.

“ Tra tante cattive notizie, dice il primo ministro portoghese, i cittadini devono sapere che i dati relativi alla crescita sono in linea con le aspettative cosi come quelle relative al numero dei disoccupati. Sappiamp che il numero dei disoccupati è destinato a crescere e che bisognerà aspettare almeno fino al 2014 per avere un’inversione di tendenza cosi come per i dati sulla crescita economica

Una situazione ancora peggiore è quella che sta vivendo la Grecia. Nel paese ellenico, infatti, il prodotto interno lordo è sceso nel terzo trimestre del 2012 del 7,2% rispetto al corrispondente periodo del 2011. Per il quinto anno consecutivo la Grecia è in fase di recessione economica con un calo complessivo del prodotto interno lordo del 22%.