ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Usa. Scandalo Petraeus, sotto inchiesta un altro generale

Lettura in corso:

Usa. Scandalo Petraeus, sotto inchiesta un altro generale

Dimensioni di testo Aa Aa

Sta prendendo proporzioni inaspettate lo scandalo sessuale che ha portato alle dimissioni dell’ex direttore della Cia David Petraeus. Ieri sera l’Fbi ha perquisito per oltre due ore la casa di Paula Broadwell a Charlotte, in Carolina del nord. Si tratta dell’universitaria, biografa di Petraeus, che ha avuto una relazione extraconiugale con lui. Il Federal bureau of investigation ha scoperto che la donna, grazie alla relazione, aveva avuto accesso a documenti segreti.

Il generale 4 stelle, già responsabile della missione statunitense in Afghanistan, prima di prendere la testa della Cia, si è dimesso venerdì, e vede così tramontare ogni speranza di farsi candidare dai repubblicani per le presidenziali del 2016.

L’intrigo ha fatto oggi un’altra vittima eccellente. È sotto inchiesta anche John Allen, l’attuale capo delle truppe statunitensi in Afghanistan. È stato scoperto un voluminoso scambio di mail compromettenti fra lui e Jill Kelley la donna che ha dato il via all’affaire, denunciando i messaggi minatori ricevuti dall’amante di Petraeus.

Questa è la parte finora emersa dell’iceberg. Ma spulciando le informazioni di cui Paula Broadwell era venuta a conoscenza si scopre la vicenda dell’attacco al consolato statunitense di Benghazi, concluso con la morte dell’ambasciatore. Si parla di un azione terroristica mirata a liberare dei prigionieri detenuti illegalmente dalla Cia.

Le dimissioni di Petraeus potrebbero essere dovute a qualcosa di più di una semplice avventura extraconiugale.