ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia: dipendenti da licenziare, sindaci non consegnano i nomi alla troika

Lettura in corso:

Grecia: dipendenti da licenziare, sindaci non consegnano i nomi alla troika

Dimensioni di testo Aa Aa

Salvare la Grecia, in base agli accordi internazionali, vuol dire tagliare migliaia di impieghi statali, di cui 8 mila nel 2013. Una cura dimagrante che spinge i lavoratori del settore a scendere in piazza e che, secondo alcuni, mette a rischio il buon funzionamento dei servizi pubblici.

“Continuiamo la nostra battaglia – spiega Kostas Tsikrikas, rappresentante sindacale – per chiedere al governo che non ci sia nemmeno un licenziamento. Al contrario, si dovrebbe chiedere alla troika che il settore pubblico venga rafforzato.”

La manifestazione si è svolta alla viglia della giornata di sciopero europea contro i tagli anti-crisi, indetta per questo mercoledì da 40 sindacati di 23 Paesi.

“Ho due figli, due gemelli – racconta un’impiegata statale disoccupata – e la situazione è tragica. Quello che voglio dire a tutti, ai dipendenti pubblici, è che devono scendere in piazza e farsi sentire, in modo che queste misure non vengano applicate.”

Gli impiegati hanno occupato i municipi di varie città per protestare contro la richiesta della troika di ottenere gli elenchi dei dipendenti che verranno messi in mobilità. Alcuni sindaci e consigli comunali rifiutano di consegnarli e minacciano di dimettersi.