ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Spagna: sfrattato? Perdi la casa e continui a pagare


Spagna

Spagna: sfrattato? Perdi la casa e continui a pagare

Le sedi della banche basche ricoperte di scritte ingiuriose. È la protesta contro quegli istituti di credito che vengono considerati responsabili dell’ennesimo suicidio, in Spagna, di una persona che stava per essere sfrattata da un ufficiale giudiziario.
In Spagna la legge nei confronti dei morosi prevede non solo che lascino l’immobile, ma anche che continuino a pagare il credito pur essendo stati sfrattati. L’esecutivo popolare ha dunque deciso questo lunedì di discutere assieme all’opposizione socialista come cambiare la legislazione in materia come ammesso dal leader socialista Rubalcaba: “Perché nessuno si ritrovi senza casa per non poter pagare l’ipoteca in un momento di difficioltà. Difficoltà che non pensava di avere quando ha firmato il contratto”.
L’avversione contro le banche, dopo l’ennesimo suicidio questo finesettmana di una donna nei paesi baschi, è cresciuto. Ad oggi oltre 500 persone al giorno sono sfrattate in Spagna. Una situazione che mette in grande difficoltà persino chi quegli sfratti è chiamato a far rispettare, come il procuratore basco: “Provo dolore e vergogna perché il sistema e concretamente il sistema giudiziario non ha saputo arrivare in tempo”.
Alcune banche hanno iniziato spontaneamente a congelare le situazioni difficili, ma potrebbe non bastare dato che la crisi in Spagna sembra essere strutturale e visto il crescente numero di persone che rischiano di passare le prossime notti all’addiaccio il problema sembra essere impossibile da risolvere.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Israele minaccia ampia azione contro Gaza