ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Corruzione, sospeso un contratto di armi da tre miliardi dalla Russia". Incertezza in Iraq

Lettura in corso:

"Corruzione, sospeso un contratto di armi da tre miliardi dalla Russia". Incertezza in Iraq

Dimensioni di testo Aa Aa

Assomiglia sempre più ad un giallo, in Iraq, la vicenda del presunto congelamento di un contratto per la fornitura di armamenti russi.

Secondo un membro della Commissione Difesa del parlamento iracheno, la decisione sarebbe stata presa dopo aver scoperto le tracce di una possibile corruzione.

E così, sul contratto da tre miliardi e trecento milioni di euro si sono rincorse conferme e smentite, che alimentano la confusione.

“Il ministro della Difesa iracheno sostiene che l’accordo andrà avanti, ma è chiaro che ci sono diversi ostacoli”, spiega un analista russo. “E’ impossibile sapere se gli statunitensi giochino un ruolo in questa vicenda. Per il momento pare trattarsi di un problema di divisione dei proventi. In un caso del genere le provvigioni di commissione sono enormi, fino ad un milione di euro. Si direbbe che questi soldi non siano stati spartiti amichevolmente”.

La fornitura russa era stata formalizzata lo scorso 9 ottobre nel corso di una visita ufficiale di una delegazione irachena a Mosca.