ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Iraq annulla megacommessa militare con Mosca

Lettura in corso:

L'Iraq annulla megacommessa militare con Mosca

Dimensioni di testo Aa Aa

Va in fumo un’enorme commessa di armi da oltre 3 miliardi di euro con la Russia. Baghdad sospetta che il contratto sia legato a un affare di corruzione.
Un grosso grattacapo per Mosca dopo che il contratto era stato formalizzato in un incontro con l’ex presidente russo Medvedev in ottobre. Non erano stati forniti particolari sui termini dell’accordo, ma la stampa russa aveva fatto una specie di lista della spesa di quello che sarebbe stato venduto all’Iraq: 30 elicotteri, 42 batterie antimissile terra-aria e l’intenzione di acquisire caccia. Se il contratto fosse andato in porto la Russia sarebbe diventata la seconda fornitrice delle forze armate irachene dopo gli Stati Uniti.
Washington non era certo felice della concorrenza, ma negli ultimi mesi i ritardi, soprattutto nelle forniture di caccia da combattimento stelle e strisce, avevano indispettito non poco Baghdad che aveva cominciato a guardare altrobe per approvvigionarsi di armamenti.