ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il budget comunitario ostaggio dei veti incrociati

Lettura in corso:

Il budget comunitario ostaggio dei veti incrociati

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo settimane di colloqui e negoziati, le istituzioni dell’Unione Europea non sono riuscite a trovare un accordo con gli stati membri per il bilancio del 2013, né ad approvare ulteriori finanziamenti per quest’anno, oltre a quelli già stanziati. La Commissione Europea e il Parlamento europeo hanno chiesto di aumentare il bilancio, per l’anno prossimo, del 6,8 per cento. Ma la maggior parte dei governi ha detto di essere disponibile soltanto al 2,8 per cento. Attualmente, il bilancio previsto dall’Unione Europea per il 2013 è complessivamente di 137,9 miliardi di euro.
Il rappresentante cipriota getta comunque acqua sul fuoco: “abbiamo buone probabilità di arrivare a un accordo martedì prossimo, ma dipende dagli accordi che raggiungiamo qua e là”.
Le tensioni che ci sono state negli incontri di venerdì riguardavano anche i soldi da aggiungere per l’anno in corso, in particolare i 9 miliardi di euro in più che le istituzioni europee avrebbero chiesto agli stati membri con Londra che ha minacciato il veto.
Tra i progetti che potrebbero subire dei tagli c’è quello dell’Erasmus, il programma di scambio degli studenti universitari di diverse nazionalità, inaugurato 25 anni fa.