ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Georgia: incriminato ex ministro. Saakashvili "persecuzione politica"

Lettura in corso:

Georgia: incriminato ex ministro. Saakashvili "persecuzione politica"

Dimensioni di testo Aa Aa

In Georgia è scontro tra maggioranza e opposizione. Il giorno dopo il loro arresto, sono stati incriminati per abuso d’ufficio l’ex ministro della Difesa georgiano Bacho Akhalaia e l’ex capo di stato maggiore, il generale Giorgi Kalandadze.

Akhalaia, ministro dal 2009 al 2012, sarebbe stato accusato da diversi militari di maltrattamenti.

L’opposizione, guidata dal Presidente Mikhail Saakashvili, parla di una persecuzione giustificata solo da ragioni politiche da parte del nuovo governo georgiano di Bidzina Ivanishvili.

“Sono indignato dai recenti avvenimenti – ha detto Saakashvili in conferenza stampa – Mai come oggi abbiamo bisogno della supremazia della legge. L’orientamento europeo e lo sviluppo della Georgia non sono categorie astratte, ma criteri precisi per garantire giustitzia ai nostri cittadini”.

Non è chiaro se il caso giudiziario sia collegato al video, diffuso nei giorni precedenti le elezioni legislative, da cui emergevano abusi subiti dai detenuti a opera dei loro secondini.

L’opposizione parla di arresti-farsa e diserta la seduta del parlamento. Ma il governo rincara la dose: il nuovo ministro della Difesa denuncia un buco di bilancio pari all’equivalente di 60 milioni di euro.