ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Spagna: imprimatur Corte Costituzionale nozze gay

Lettura in corso:

Spagna: imprimatur Corte Costituzionale nozze gay

Dimensioni di testo Aa Aa

La Spagna ci ha messo 7 anni, ma ora sulla legge che regola i matrimoni omosessuali c‘è il suggello della Corte Costituzionale.

Una sentenza storica quella della massima istanza di Madrid che mette fine al lungo limbo legislativo seguito al ricorso dei popolari contro la riforma socialista.

In Spagna sono quasi 22.500 le coppie che festeggiano la notizia.

“Il Partito Popolare accetterà il veredetto della Corte Costituzionale e non modificherà la legge vigente. Quindi le norme in materia di matrimonio gay resteranno invariate in futuro” ha detto il Ministro della Giustizia Alberto Ruiz Gallardòn.

La riforma varata dal governo di Luis Rogriguez Zapataro nel 2005 era stato uno degli interventi simbolo dell’esecutivo socialista. Ma l’allora opposizione del Pp fece ricorso.

Da allora ad oggi questa sentenza era attesa da migliaia di coppie omosessuali sposatesi dall’entrata in vigore della legge sulla quale pendeva tuttavia la spada di Damocle di un annullamento da parte della giustizia.