ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cina: il Partito comunista prepara il cambio ai vertici

Lettura in corso:

Cina: il Partito comunista prepara il cambio ai vertici

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo Washington, anche Pechino si appresta a rinnovare i suoi vertici.

Oltre 2200 i delegati convocati per una settimana al diciottesimo congresso del Partito comunista cinese.

Sceglieranno il gruppo dirigente che guiderà il partito e la seconda economia mondiale per i prossimi cinque anni, all’insegna della lotta alla corruzione e del rinnovamento.

Ma nel rispetto della specificità nazionale, come spiega il portavoce del Congresso, Cai Mingzhao: “Quando portiamo avanti una politica di riforme strutturali in Cina, dobbiamo tenere in considerazione la realtà nazionale della Cina. Dobbiamo restare sulla retta via tracciata dal partito e dalle persone nella pratica a lungo termine”.

Tra i dieci candidati, sette saranno i prescelti. Xi Jinping, appena eletto segretario generale del Congresso, è il più accreditato alla successione di Hu Jintao come segretario del Partito e poi presidente.

Sarà lui a dare il via all’annunciato nuovo corso cinese, più democratico persino nel partito. Ma nell’attesa, per prevenire eventuali proteste, piazza Tienanmen e la Grande Sala del Popolo che ospita il congresso sono sottoposte a controlli ferrei.