ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Usa 2012. Ultime ore di campagna, focus in Ohio

Lettura in corso:

Usa 2012. Ultime ore di campagna, focus in Ohio

Dimensioni di testo Aa Aa

La voce scarseggia, le frasi si ripetono, la fatica traspare. Obama e Romney si giocano le ultime ore di campagna elettorale coscienti del fatto che le elezioni presidenziali di questo martedì 6 novembre 2012 potrebbero dipendere da poche migliaia di voti. Persino l’appoggio di Bruce Springsteen, benchè sia musica leggera, potrebbe pesare sul piatto della bilancia che nelle ultime ore pende impercettibilmente dalla parte del Presidente.

“La mia speranza è con voi. La mia lotta è per voi” dice Obama. “Per avere la certezza che in questo Paese, indipendentemente da chi siate, da dove veniate, da dove abbiate cominciato, qui in America possiate riuscire se ci provate, per questo chiedo il vostro voto”.

Dieci gli Stati chiave. Primo della lista l’Ohio dove nessun repubblicano perde senza perdere l’elezione. Qui è stato ieri Obama prima di arrivare in Iowa, qui sarà oggi Romney prima della serata elettorale a Boston, Massachusetts.

“Credo che l’elezione si riduca a questa domanda: volete 4 anni come quelli appena passati o velete un vero cambiamento?” chiede Romney. “Il Presidente Obama ha promesso il cambiamento ma non è riuscito a realizzarlo. Io vi prometto il cambiamento e detengo un record di riuscite”.

Come da tradizione, oggi il primo seggio ad aprire le porte agli elettori sarà quello della cittadina di Dixville Notch, in New Hampshire, a mezza notte. Poi, dalle 6 del mattino a partire dalla East Coast, tutta l’America sceglierà il suo futuro.