ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Usa 2012: il primo voto nel New Hampshire

Lettura in corso:

Usa 2012: il primo voto nel New Hampshire

Dimensioni di testo Aa Aa

Dixville Notch, nel New Hampshire, inaugura il voto per la presidenza americana.

I seggi si sono aperti a mezzanotte, ora locale, nel paesino di montagna a una trentina di chilometri dal Canada.

Dei 200 milioni di elettori statunitensi, il primo a votare è un marinaio democratico di 24 anni, scelto per sorteggio: “Provo un misto di esaltazione e soggezione. È la seconda volta che ho l’onore di essere il primo della nazione”, afferma Tanner Tillotson, “Mi piace la tradizione di Dixville Notch, penso che sia un microcosmo e spero davvero che vedere le operazioni di voto di questa cittadina sia fonte d’ispirazione. Spero che mostri alla gente l’importanza di uscire allo scoperto e far sentire la propria opinione”.

Dieci gli aventi diritto a questo simbolico voto. Depositano la scheda in un’urna di legno, nell’unico seggio ospitato in un albergo per facoltosi turisti: “Prendiamo il voto molto seriamente qui nel New Hampshire, in particolare qui a Dixville Notch”, spiega E.-J. Powers, manager dell’hotel “Dal 1960 Dixville Notch è la prima zona del Paese a esprimere il proprio voto sia per le presidenziali che per le politiche”.

Qui, tranne che nel 2008, vincono sempre i repubblicani. Ma stavolta, per la prima volta, Dixville Notch non riesce a decidere, micro spettro di uno stallo temuto da un’intera nazione.