ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mavi Marmara: proteste a Istanbul

Lettura in corso:

Mavi Marmara: proteste a Istanbul

Dimensioni di testo Aa Aa

Rabbia e proteste in scena a Istanbul, davanti al tribunale che giudica in contumacia quattro militari israeliani per l’assalto alla Mavi Marmara nel maggio del 2010.
 
Morirono nove militanti turchi filo-palestinesi, imbarcati sulla flottiglia per Gaza che voleva rompere il blocco intorno alla Striscia.
 
L’Onu, che considera legale il blocco, parlò di “intervento eccessivo e poco ragionevole”.
 
“Questo caso è simbolico”, afferma Zekeriya Yapıcıoğlu, avvocato di una delle vittime, “Ma dimostrerà che, malgrado l’attuale struttura delle Nazioni Unite e del sistema internazionale, anche gli israeliani che si considerano al di sopra delle leggi possono essere processati e non possono agire arbitrariamente”.
 
La giustizia turca vuole l’ergastolo multiplo per gli imputati, tutti in patria e tutti oggi in pensione.
 
Ma per Israele, è solo una farsa: “Come può questo essere considerato un processo”, afferma il portavoce del minsitro degli esteri israeliano, Yigal Palmour, “se gli accusati, i cosiddetti accusati, non hanno ricevuto notifiche né sono stati informati del processo e della natura delle accuse a loro carico. Una cosa è certa, questo è un processo tratto direttamente da un romanzo di Kafka”.
 
Un caso che ha suscitato forte indignazione in Turchia e portato al rapido deterioramento delle relazioni prima cordiali tra i due paesi. 
 
“Mentre l’udienza va avanti, continuano anche le proteste di fronte al Palazzo di giustizia”, commenta da Istanbul Bora Bayraktar di euronews, “Centinaia di manifestanti hanno scandito slogan contro Israele e chiesto giustizia”.