ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Spagna: con la disoccupazione cresce anche la protesta

Lettura in corso:

Spagna: con la disoccupazione cresce anche la protesta

Dimensioni di testo Aa Aa

La disoccupazione in Spagna cresce anche in ottobre. I dati diffusi dal Ministero del Lavoro mostrano un aumento del 2,7 per cento rispetto a settembre. Agricoltura, servizi e industria i settori più colpiti.

Si profila un’alta adesione allo sciopero generale del 14 novembre, sull’onda della perdita del lavoro de del potrere d’acquisto, oltre al peso fiscale crescente.

“Non so di chi sia la colpa, del Partito del Popolo o dei socialisti, ma abbiamo una situazione molto complicata in questo momento”, afferma una madrilena, “Penso che entrambi non stiano operando bene e che le cose potrebbero farsi in altro modo”.

“Sia l’opposizione che il governo non stanno gestendo bene la situazione”, conferma un altro spagnolo, “Penso che alle elezioni dovremmo punire i nostri partiti, è una delle poche possibilità che ci restano, visto che ne stiamo perdendo altre, come la protesta o le manifestazioni”.

La mobilitazione spagnola di metà novembre coincide con altri due altri scioperi, in Portogallo e in Grecia, mentre anche i sindacati italiani promettono di scendere in piazza.

Una protesta generalizzata contro l’austerità che, secondo gli analisti, starebbe ritardando la ripresa.