ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Marijuana agli stranieri, in Olanda è scontro governo-comuni

Lettura in corso:

Marijuana agli stranieri, in Olanda è scontro governo-comuni

Dimensioni di testo Aa Aa

Sulla vendita di marijuana agli stranieri è scontro istituzionale nei Paesi Bassi.

Il sindaco di Amsterdam assicura cannabis libera per i turisti, ma viene smentito dal ministro della Giustizia del nuovo governo di coalizione Lib-Lab. Accade a due mesi dall’entrata in vigore della legge che introduce il divieto di vendita ai non residenti.

“Il testo del nuovo accordo di coalizione è molto vago, penso che sia normale l’annuncio fatto dal sindaco di Amsterdam – sostiene Michael Veling dell’associazione olandese dei Coffe Shop – Rischiamo di perdere il 90% dei ricavi e non solo in questo comparto”.

Circa sette milioni di turisti si recano ogni anno ad Amsterdam e quasi un milione e mezzo di visitatori acquistano cannabis ai coffee shop.

“Torneresti qui se ci fosse il divieto di comprare erba?”, chiede una giornalista della tv olandese a un turista. “No – risponde il giovane – Non credo debbano proibirla perché è una delle principali attrazioni turistiche”.

“Se avrò l’opportunità, la proverò”, confessa una giovane turista di origine asiatica.

Prima della smentita, sembrava che il governo fosse pronto a lasciare ai comuni la decisione sull’applicazione del divieto. ‘Fumata nera’ per il momento, ma non si escludono nuove sorprese. Il turismo olandese non può contare solo sui mulini a vento.