ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

USA: Obama e Romney si contendono l'Ohio

Lettura in corso:

USA: Obama e Romney si contendono l'Ohio

Dimensioni di testo Aa Aa

Clima elettorale infuocato in Ohio, Stato decisivo per le presidenziali di martedì e dove i due candididati concentrano i loro sforzi. Chi conquista più voti qui, diventerà probabilmente il prossimo inquilino della Casa Bianca.

Barack Obama in Ohio si mostra baldanzoso, descrivendo come un successo del suo mandato i nuovi dati sull’occupazione: “Nel 2008, eravamo nel mezzo di due guerre e della peggiore crisi economica dalla Grande Depressione. Oggi le nostre imprese hanno creato quasi cinque milioni e mezzo di nuovi posti di lavoro e questa mattina abbiamo appreso che le aziende hanno assunto più lavoratori ad ottobre che in qualsiasi momento negli ultimi otto mesi.”

La platea democratica applaude convinta. Ma gli stessi dati, ossia 170mila nuovi posti di lavoro registrati in ottobre, hanno una diversa interpretazione, se esaminati nell’ottica repubblicana.

Mitt Romney, parlando in Wisconsin, affonda il coltello nella piaga: “Obama ha detto che avrebbe fatto scendere il tasso di disoccupazione al 5,2 per cento subito. Oggi abbiamo saputo che è del 7,9 per cento ed è di nove milioni di posti di lavoro al di sotto di ciò che ha promesso. La disoccupazione è maggiore oggi di quando Barack Obama è entrato in carica. Pensateci.”

Anche Romney sarà nelle prossime ore in Ohio, asieme al suo vice Paul Ryan, alle consorti di entrambi e al cantante Kid Rock. Questo Stato è talmente determinante che Obama ha progettato di tornarci ogni giorno fino a lunedì.