ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bahrain, proteste contro il divieto di manifestare

Lettura in corso:

Bahrain, proteste contro il divieto di manifestare

Dimensioni di testo Aa Aa

Esplode la rabbia a Manama, capitale del
Bahrain. Per tutta la notte le strade sono state animate da una violenta protesta contro il divieto assoluto di ogni manifestazione e assemblea
imposto dalle autorità di governo in tutto il Paese.

Il provvedimento è stato annunciato il 30 ottobre dal ministro dell’Interno Rashid bin Abdallah al Khalifa per “proteggere la pace civile, non
intralciare l’economia e non danneggiare la
proprietà privata”.

Insorge in tutto il mondo Amnesty International che ne chiede l’immediata abolizione denunciando la violazione del diritto alla libertà di espressione. Secondo il partito di opposizione Wefaq, un tentativo per metterlo a tacere.

Ad essere reintrodotta è la legge marziale
proclamata durante la repressione della rivolta di Piazza della Perla. Era il febbraio 2011 quando la polizia ha soffocato con la forza un grande
sollevamento popolare.

A protestare era stata la maggioranza sciita contro la monarchia sunnita al potere, per chiedere libertà, giustizia sociale e riforme costituzionali.