ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Legislative Ucraina:ancora contestazioni

Lettura in corso:

Legislative Ucraina:ancora contestazioni

Dimensioni di testo Aa Aa

Continuano In Ucraina le contestazioni sul voto. L’opposizione lamenta una frode di massa sul conteggio, che riguarderebbe in particolare i distretti di Donetsk e Vinnytska e la capitale Kiev. Per questo ci sono già ricorsi in tribunale. Ma per il primo ministro Mikola Azarov le elezioni sono state democratiche, trasparenti e per questo legittime.

“Il numero totale delle violazioni registrate e la loro natura non giustificano il dubbio sulla legittimità”, ha detto Azarov. “Il risultato è frutto delle libera volontà dei cittadini”.

Lo spoglio dei voti non è ancora definitivo.
Ma in una conferenza stampa Oleksandr Turchinov di Opposizione Unita, la coalizione che fa capo a Iulia Timoshenko, ha usato toni forti per denunciare quanto accaduto ai seggi:
“Non si puo’ dire che queste siano le elezioni in Ucraina, questo è banditismo, il Governo prova a cambiare la volontà dei cittadini imbrogliando sul conteggio”.

Per gli analisti politici, nonostante i brogli, la direzione delle preferenze del voto ucraino è in sostanza chiara e rispecchia piu’ o meno il vero.

“Parte delle voci sono state rubate, lo abbiamo sentito dai candidati, e non ho ragione di non credere a quanto lamentano” ha detto Kostyantyn Matviyenko, analista politico. “Ma in generale il risultato è chiaro”.

Il partito delle regioni del presidente in carica Ianukovic con un terzo dei voti raccolti dovrebbe mantenere la maggioranza parlamentare.

Per la giornalista di Euronews Evgeniya Rudenko la formazione di una maggioranza ora dipende dai voti assegnati col sistema maggioritario.