ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gb: Cameron bocciato sul bilancio, rischia isolamento in Europa

Lettura in corso:

Gb: Cameron bocciato sul bilancio, rischia isolamento in Europa

Dimensioni di testo Aa Aa

David Cameron di fronte a difficili trattative con l’Unione Europea, dopo la bocciatura subita alla camera dei comuni sul bilancio.

Il primo ministro britannico assicura di voler ottenere il miglior accordo per il Regno Unito, mentre i commentatori parlano di “umiliazione” e “fallimento storico”. Il ministro delle Finanze Osborne dice ai ribelli Tories di aspettare di vedere cosa è in grado di negoziare il governo.

“Tutti vogliono una riduzione del budget europeo. I negoziati sono appena cominciati, ci sono altri 26 Paesi”, afferma Osborne. “Ma siamo chiari: non accetteremo un accordo non buono per il Regno Unito”.

La strana alleanza di laburisti e conservatori euroscettici ai Comuni ha respinto la posizione di Cameron e minaccia di porre il veto su un bilancio 2014-2020 che preveda aumenti superiori all’inflazione.

“Non può convincere i leader europei, non può convincere neppure i propri parlamentari senza incarico di governo”, attacca il leader laburista Ed Miliband. “E’ debole all’estero, è debole in casa. Siamo di fronte a un nuovo John Major”.

La posizione assunta dal parlamento rischia di isolare il Paese e riapre il dibattito sulla permanenza del Regno Unito nell’Unione Europea.

Sostiene la posizione del governo, ossia un gelo del bilancio piuttosto che i tagli chiesti dai commons, il vice-premier Nick Clegg.

“Non è realistico puntare i piedi e dire, vogliamo far parte di questo club, ma vogliamo riscrivere unilateralmente le regole del gioco”, dice Clegg.

Spaccato anche il Labour: i più europeisti ritengono scandaloso il voto espresso dai colleghi che si sono coalizzati con i Tories.