ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia-Ue: Erdogan, adesione entro 2023 o andremo via

Lettura in corso:

Turchia-Ue: Erdogan, adesione entro 2023 o andremo via

Dimensioni di testo Aa Aa

Dalla Germania la Turchia lancia un ultimatum all’Unione Europea. Ricevuto a Berlino dalla cancelliera Merkel, il primo ministro Erdogan ha affermato che se i 27 dovessero temporeggiare fino al 2023 allora perderebbero Ankara.

La CDU della Merkel preferirebbe una partnership privilegiata allo status di membro per la Turchia, i cui negoziati con Bruxelles sono bloccati in particolare a causa dei contrasti su Cipro, l’isola divisa.

“Riconosciamo la parte settentrionale di Cipro come uno Stato, altri possono non farlo”, ha affermato Erdogan. “Anche la signora Merkel in passato ha ammesso che far entrare la parte meridionale di Cipro nell’Unione Europea è stato un errore. La Turchia deve raggiungere un risultato, perché nessun altro Paese ha ricevuto un tale trattamento”.

Al centro dell’incontro anche la Siria: Erdogan ha chiesto aiuto alla Germania per gestire l’emergenza profughi, in 100.000 hanno trovato riparo in territorio turco.

Davanti alla porta di Brandeburgo un migliaio di persone ha protestato contro la visita del premier turco, definito un dittatore, e accusato di opprimere le minoranze e giornalisti. In un recente rapporto, la Commissione Europea sostiene che Ankara infrange i diritti di espressione, di assemblea, di giusto processo dei cittadini.