ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sandy, ciclone sull'economia statunitense

Lettura in corso:

Sandy, ciclone sull'economia statunitense

Dimensioni di testo Aa Aa

Disastro nel disastro: due giorni di chiusura consecutivi a Wall Street hanno fermato enormi flussi di capitali.

Ma oltre ai numeri mancanti della finanza ci sono quelli dell’economia reale. Fino a 50 miliardi i danni preventivati, 20 dei quali alle infrastrutture. Destinati a sparire 0,7 punti di crescita del Pil nel quarto trimestre.

Oltre 15.000 voli cancellati, fermi impianti di raffinazione di petrolio pari al 70% della capacità produttiva. E poi c‘è la mancanza di elettricità in 8 milioni di case e in fabbriche e negozi.

“Se non riavremo immediatamente la corrente, dovremo gettare tutto nella spazzatura. Non potremo utilizzarlo. Non ho ancora fatto un conto di quanto ci costerà, ma sarà molto elevato” dice Chu Yoon, che lavora alla gastronomia Nonno Gourmet Deli.

Ma alla tempesta segue sempre il sereno. Ricostruire, dicono le passate esperienze, è un business che porta lavoro e Pil. Anche se a trarne beneficio non saranno né i conti delle assicurazioni, né quelli del bilancio federale.