ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: nessuna tregua, bombardamenti più massicci da inizio conflitto

Lettura in corso:

Siria: nessuna tregua, bombardamenti più massicci da inizio conflitto

Dimensioni di testo Aa Aa

L’ultimo giorno della festa del sacrificio è stato, per la Siria, quello con i bombardamenti più intensi dall’inizio del conflitto: secondo quando riferisce un’ONG locale, sarebbero almeno 26 le località bombardate dall’aviazione.
Avrebbe dovuto essere l’ultimo giorno di un cessate il fuoco, proclamato ma di fatto mai rispettato. Secondo i ribelli è stato il regime a violarlo, con attacchi in oltre quattrocento punti.

Secondo il governo, i combattimenti si sono invece sviluppati in risposta ad attacchi dei ribelli.

Delle 115 vittime di ieri, oltre la metà si registra a Damasco: due i quartieri della capitale pesantemente colpiti dall’aviazione. La capitale è stata scossa anche da un’autobomba.

Il fallimento della tregua è stato riconosciuto dal Segretario Generale delle Nazioni Unite, Ban Ki Moon, che ha di nuovo inviato un appello urgente ai leader siriani per cessare immediatamente le violenze. Ban Ki Moon si è anche appellato alla comunità internazionale, perché lavori insieme e si esprima finalmente con un’unica voce. Deluso dal fallimento della tregua anche il mediatore internazionale, Lakhdar Brahimi, che ha però garantito che questo non lo scoraggerà.