ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina: in testa il partito del Presidente

Lettura in corso:

Ucraina: in testa il partito del Presidente

Dimensioni di testo Aa Aa

Tutto normale, a Kiev: è arrivato il freddo, e il partito del Presidente è, come previsto, in testa.
Per il Partito delle Regioni i dati provvisori confermano gli exit poll, che già confermavano sondaggi e attese. Il voto è andato nel senso del consolidamento della maggioranza, ma questo non significa che per gli elettori vada tutto bene:

“Mi aspetto che entrino forze nuove, ci sarà gente nuova nel Parlamento e in politica”

“Dobbiamo cambiare qualcosa in Ucraina. C‘è una devastazione totale. Ma la nazione non vuole scegliere gente meritevole”.

Il Partito delle Regioni si è presentato con molte apparenti novità, new entries al posto dei parlamentari uscenti in molte circoscrizioni. Ha vinto soprattutto nel maggioritario, dove prende più della metà dei seggi a disposizione.

Ma è in testa anche nel proporzionale. Ne esce consolidato il potere del Presidente, come ha sottolineato in conferenza stampa il vice-premier.
Le elezioni presidenziali si terranno nel 2015.

L’opposizione, indebolita dalla detenzione di Yulia Tymoshenko, si è presentata con un cartello che raggruppa sei partiti compreso quello dell’ex premier e che ora insegue da presso il partito del Presidente, nella quota proporzionale.

Fanno risultato pieno anche due grandi novità dell’opposizione: Udar, il movimento guidato dall’ex campione di pugilato Vitali Klitschko, e l’estrema destra di Svoboda, che ha rotto l’isolamento firmando un’intesa di programma con l’Opposizione Unita. Entrambi i nuovi movimenti entrano in Parlamento con un buon numero di deputati.