ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Berlusconi dopo la condanna: "mi impegnerò per riforma giustizia". E valuta sfiducia a Monti

Lettura in corso:

Berlusconi dopo la condanna: "mi impegnerò per riforma giustizia". E valuta sfiducia a Monti

Dimensioni di testo Aa Aa

Resterà in campo ma non come candidato Premier: Silvio Berlusconi chiarisce le proprie intenzioni dopo la condanna.

E parla a ruota libera: del governo Monti, “responsabile di una spirale recessiva interminabile”, del caso Ruby: “un processo scandaloso che si basa su stupidaggini”, ma soprattutto della riforma della giustizia, in nome della quale rinnoverà il proprio impegno politico.

“La nostra non è una vera democrazia, oggi è piuttosto una dittatura dei magistrati, è una magistratocrazia. Io mi sento in dovere di mettere davanti a tutto nella mia prossima attività politica, nel mio prossimo impegno politico, un’azione per la riforma della giustizia in Italia”.

Poi una stoccata al governo, verso il quale il Pdl valuterà nei prossimi giorni se togliere la fiducia, mentre viene bocciato lo scenario Monti bis: “Prossimo Premier tramite elezioni, non per chiamata”.