ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria, scetticismo sulla tregua di Damasco

Lettura in corso:

Siria, scetticismo sulla tregua di Damasco

Siria, scetticismo sulla tregua di Damasco
Dimensioni di testo Aa Aa

Damasco annuncia la tregua per onorare la Festa del Sacrificio ma pone da subito una condizione. Durante le celebrazioni, da venerdì a lunedì, fa sapere, “risponderemo se attaccati”. Una posizione che mette in forse, già dalle premesse, il cessate il fuoco proposto dall’emissario dell’Onu e della Lega Araba. La stessa condizione è posta dai ribelli: l’Esercito Siriano Libero intende far tacere le armi durante i giorni sacri, ma reclama il rilascio dei prigionieri.

“Il cessate il fuoco non ci sarà quindi non intendiamo aderire”, fuga ogni dubbio invece l’annuncio del portavoce dei combattenti islamici di Ansar al Islam, che non credono alla fondatezza del rispetto della tregua da parte di Damasco. Se effettivamente questa tregua sarà tale, diventerà la prima dall’inizio del conflitto siriano il 15 marzo 2011. L’ultimo tentativo risale all’aprile scorso, il silenzio durò solo qualche ora.