ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: dubbi sulla tregua promessa dal regime per la festività dell'Adh

Lettura in corso:

Siria: dubbi sulla tregua promessa dal regime per la festività dell'Adh

Dimensioni di testo Aa Aa

In Siria sembra che tacciano le armi dopo i 200 morti di mercoledì. Le autorità di Damasco potrebbe aver accettato una tregua per la festività islamica del sacrificio, detta dell’Adh. Si tratta della festa con cui i musulmani ricordano la disponibilità di Abramo a sacrificare il figlio Ismaele, quest’anno comincia venerdi’ 26 e durerà quattro giorni.
Molti però, esprimono dubbi al riguardo. Primo fra tutti l’Onu che accusa il presidente Bashar Assad di non avere mai rispettato una tregua.
Tuttavia le Nazioni Unite vorrebbero approfittare della tregua per permettere ai membri della commissione d’inchiesta sulla Siria di andare sul terreno.

Afferma il capo della commissione Paolo Pinheiro: “Crediamo sia importante ci diano la possibilità di portare a termine il nostro lavoro. Ci auguriamo di incontrare il presidente Assad per discutere il nostro ingresso in Siria”.
Oggi ci sono state solo scaramucce. Eppure la situazione sembra solo di calma apparente. Il vaticano ha rinviato a data da destinarsi la missione diplomatica di alcuni vescovi a Damasco.