ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Obama in Colorado, Romney in Ohio: lotta per gli swing state

Lettura in corso:

Obama in Colorado, Romney in Ohio: lotta per gli swing state

Dimensioni di testo Aa Aa

Dal Nevada all’Ohio al Colorado: gli swing State sono il terreno di una battaglia destinata a continuare, sempre più intensa, per i prossimi 13 giorni. Gli sgoccioli della campagna elettorale americana, la fase che potrebbe decidere tutto. Il candidato repubblicano, ieri in Nevada, sarà oggi in Ohio.

“La campagna di Obama è sonnacchiosa” ha detto Mitt Romney. “Sembra che il Presidente non riesca a trovare l’agenda per aiutare le famiglie americane. La nostra campagna invece cresce attraverso il Paese con persone che capiscono che stiamo cercando di costruire un futuro migliore per le famiglie americane, per ogni famiglia in questo grande Paese. Uniti avremo più potere, più energia. E io conto su di voi, su ognuno di voi: ho bisogno del vostro voto”.

Barack Obama ha parlato ai suoi sostenitori a Denver, in Colorado, scherzando sulla sua personale scelta davanti all’urna. Un modo ironico per insistere ancora una volta sul voto anticipato, tradizionalmente favorevole ai democratici.

“Prima che questo tour di 48 ore sia finito mi fermerò a Chicago per votare in anticipo. Non posso dirvi per chi voto, perchè il voto è segreto. Ma Michelle ha detto che ha votato per me. Ha detto così”.

L’Ohio è il simbolo dei cosiddetti swing state, gli Stati chiave: nessun candidato repubblicano è mai stato eletto senza vincere qui, dove in palio ci sono 18 dei 270 grandi elettori necessari per arrivare alla Casa Bianca.