ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Siria: Brahimi annuncia una possibile tregua


Siria

Siria: Brahimi annuncia una possibile tregua

Una tregua, se tutto va bene. La ha annunciata il mediatore internazionale per la Siria, Lakhdar Brahimi, al Cairo per un incontro con il segretario della Lega Araba, con la delegazione dei saggi guidata da Jimmy Carter.

Brahimi ha confermato in conferenza stampa di aver ottenuto l’accordo del presidente siriano Assad e della maggioranza delle parti in causa tra i ribelli.

La tregua dovrebbe iniziare venerdì, giorno d’inizio della festa islamica del sacrificio, e durare pochi giorni. “Se questa iniziativa avrà successo – ha spiegato Brahimi – da qui pensiamo di poter partire per un dialogo su un processo politico che includa un cessate il fuoco più strutturato”.

Il governo siriano ha poi precisato che deciderà nelle prossime ore, e i ribelli hanno detto che non cesseranno di sparare se prima non lo farà l’esercito.

E proprio mentre si parlava della tregua, sul campo la giornata diveniva una delle più sanguinose dall’inizio del conflitto, con i bombardamenti su alcune località del nord come Maaret el-Noomane, nelle immagini, un’autobomba a Damasco, lo scambio di accuse tra governo e ribelli sulla responsabilità di un eccidio a Douma.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Berlino, memoriale in ricordo dell’Olocausto dei rom