ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Processo Kerviel: confermata in appello la sentenza contro il trader che perse 4,9 miliardi di euro

Lettura in corso:

Processo Kerviel: confermata in appello la sentenza contro il trader che perse 4,9 miliardi di euro

Dimensioni di testo Aa Aa

Cinque anni di prigione, di cui tre senza condizionale, e un risarcimento mostruoso da 4,9 miliardi di euro. È la condanna, confermata in appello, comminata a Parigi a Jerome Kerviel, il trader di Société Générale riconosciuto colpevole di abuso di fiducia, falso e inserimento fraudolento di dati in un sistema informatico. L’operatore di borsa nel 2008 aveva compiuto operazioni rischiose che avevano provocato le perdite record.

Respinta la tesi della difesa secondo cui la sua vecchia società non poteva non sapere. La banca come parte lesa ha chiesto al governo francese esenzioni fiscali per le perdite subite.

Kerviel, che oggi lavora come consulente informatico in una piccola società, per rimborsare una tale somma con il suo attuale salario da 2.300 euro al mese avrebbe bisogno di circa 170.000 anni e magari di vincere anche alla lotteria