ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Caso Magnitski, Strasburgo chiede sanzioni


Europa

Caso Magnitski, Strasburgo chiede sanzioni

Il Parlamento europeo chiede sanzioni contro i responsabili della morte dell’avvocato russo Sergei Magnitsky. Morto in carcere nel 2009 in circostanze non chiare, aveva denunciato di corruzione alti funzionari dell’amministrazione.

Tocca ai governi nazionali introdurre i provvedimenti – l’aula di Strasburgo chiede il blocco totale dei visti per una sessantina di persone coinvolte.

Kristiina Ojuland, eurodeputata liberale

“Non vogliamo che questi individui mettano piede sul territorio comunitario. Al contrario, la maggior parte dei cittadini russi è benvenuta”.

Responsabili della vicenda funzionari, ma anche medici e infermiere – Strasburgo ne chiede il congelamento dei beni posseduti su territorio europeo.

Secondo l’Ambasciatore russo presso l’Unione europea Vladimir Chizhov, la vicenda contribuisce a peggiorare il clima delle relazioni Russia-UE.

“C‘è un tentativo di politicizzare la tragedia umana di Magnitsky e approfittare politicamente della sua morte”.

Arrestato con l’accusa di evasione fiscale, Magnitski è morto a soli 37 anni per maltrattamenti e mancanza di cure mediche durante la detenzione.