ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I ballerini di Fire of Anatolia incantano il Belgio

Lettura in corso:

I ballerini di Fire of Anatolia incantano il Belgio

Dimensioni di testo Aa Aa

Agili, scattanti, grintosi.
Sono i ballerini della compagnia di danza Fire of Anatolia, famosa in tutto il mondo. Il tema dello spettacolo tenutosi ad Hasselt, in Belgio, era la città mitologica di Troia. Grande successo per gli artisti. Entusiasti i 4500 alunni delle scuole di tutto il paese.

“Ho trovato tutto fantastico, i balli, la tecnica. Tutto magnifico” commenta una bambina del pubblico.

“L’ultima rappresentazione è stata bellissima, splendida!” gli fa eco un altro scolaro

“Uno spettacolo eccezionale: risalta molto la differenza tra lo stile di danza turco e quello greco. Davvero perfetto!” dice il preside di una scuola.

85 ballerini hanno dato vita al mito di Troia, fonte di ispirazione continua per gli artisti e argomento principale delle lezioni di storia, latino e danza. Tra i 5 e 18 anni l’età media degli spettatori.

Mustafa Erdogan è il direttore artistico della compagnia:
“Sono 12 anni che Fire of Anatolia è in tournée” racconta. “Il nostro viaggio è cominciato nel 2000 e ci ha fatti andare da un capo all’altro del mondo, dalla Siberia al Bahrein, dalla Nuova Zelanda agli Stati Uniti. Attualmente siamo in Belgio, con lo spettacolo “Troia”. Per noi è l’ottava tournée in questo paese. Il pubblico è fantastico. I belgi ci apprezzano molto”.

Sono 120 i ballerini della compagnia.
Due i primati che li hanno fatti entrare nel guinness: il primo per la performance di danza più veloce: 241 passi al minuto, il secondo per il pubblico più numeroso: 400.000 spettatori a Ereğli nella regione del Mar Nero.