ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bomba a Damasco mentre Assad e Brahimi parlano di tregua

Lettura in corso:

Bomba a Damasco mentre Assad e Brahimi parlano di tregua

Dimensioni di testo Aa Aa

Almeno 10 morti in un attentato questa mattina a Damasco mentre Brahimi e Assad parlavano di tregua. Un’autobomba è esplosa di fronte a un commissariato di polizia in un quartiere cristiano della capitale siriana.

Nello stesso tempo, in un’altra parte della città, il presidente siriano Bachar el Assad era a colloquio con l’inviato dell’Onu e della Lega araba Lakhdar Brahimi. Brahimi sta tentando di far accettare il principio di una cessazione temporanea delle ostilità in concomitanza con l’imminente Festa musulmana del sacrificio. Assad si è detto pronto a dscutere qualunque piano, a patto che la sovranità nazionale siriana venga rispettata.

Al termine dell’incontro l’emissario algerino ha dichiarato:

“Se riusciamo a far sì che questo cessate il fuoco venga rispettato durante la festa dell’al-Adha, partendo da qui potremo tentare di costruire qualcosa. In caso contrario continueremo a provarci, sperando di trovare una soluzione per il bene del popolo siriano”.

Negli ultimi giorni Brahimi ha fatto la spola fra i vari paesi della regione, nel tentativo di trovare appoggi alla sua idea che è la prima concreta proposta operativa dopo il fallimento del piano di pace in 6 punti elaborato dal suo predecessore Kofi Annan.