ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Beirut. Funerali di al-Hassan e Giornata della collera contro Damasco

Lettura in corso:

Beirut. Funerali di al-Hassan e Giornata della collera contro Damasco

Dimensioni di testo Aa Aa

Beirut si prepara a vivere una nuova giornata di tensione in vista dei funerali di Wissam al-Hassan, il capo dell’intelligence libanese ucciso in un attentato venerdì scorso. Intorno alla moschea della Piazza dei martiri, dove si svolgerà la cerimonia, sono state disposte imponenti misure di sicurezza.

L’oposizione anti-siriana ha chiamato la popolazione a una manifestazione di massa, una Giornata della collera contro quello che viene definito: “il macellaio Assad”:

“Siamo in piazza oggi per dire no – dice un libanese – Non abbiamo più paura di voi, non abbiamo paura delle bombe, qualunque cosa facciate, noi restiamo qui”.

“Siamo arrivati ieri, veniamo dal nord – aggiunge un altro – Vogliamo inviare un messaggio: le armi non avranno il sopravvento. Al Hassan era delle nostre parti vogliamo dargli l’estremo saluto”.

Le opposizioni accusano la Siria per gli 8 morti di venerdì a Beirut. Il generale al-Hassan aveva indagato sugli attentati contro personalità anti- siriane in Libano. Sentendosi minacciato, il capo degli 007 libanesi aveva mandato la sua famiglia a Parigi. Sono rientrati a Beirut ieri per i funerali.

Il primo ministro libanese Najib Miqati, un sunnita che guida una coalizione dominata dagli hezbollah sciiti, ha fatto capire di essere pronto a dimettersi. Da un anno è mezzo sta tentando di evitare che il Libano venga risucchiato dalla guerra civile in corso alle sue frontiere.