ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Obama sul rivale: affetto da "Romnesia"

Lettura in corso:

Obama sul rivale: affetto da "Romnesia"

Dimensioni di testo Aa Aa

Prima dell’ultimo faccia a faccia tra candidati presidenti, Barack Obama è tornato nella cruciale Virginia per la sedicesima volta.

Qui, forte delle lodi per la sua ultima performance tivù, difende i diritti delle donne e attacca il rivale repubblicano Mitt Romney: un voltagabbana su tasse, economia, sanità, dice, che dimentica le sue posizioni precedenti.

“Cambia idea in continuazione”, ha dichiarato Obama, “Tra passi indietro e sterzate, come dobbiamo definire questa sua condizione? Credo che si possa chiamare Romnesia”.

Nessun problema: la Obamaterapia, ha continuato il presidente, cura anche le situazioni pregresse.

Battute che decisamente piacciono al suo elettorato:

“La Romnesia”, dice un democratico, “è una condizione che tutto il paese deve superare!”

“Era meraviglioso”, aggiunge una sostenitrice di Obama, “molto emozionante”.

“Barack Obama sente la rimonta in atto”, commenta da Fairfax Stefan Grobe di euronews, “Gli ultimi sondaggi post-dibattito gli danno un comodo vantaggio in Iowa e nel Wisconsin. Il suo staff afferma inoltre che il giorno dopo il secondo dibattito ha registrato anche il record nella raccolta fondi per la campagna di Obama, compreso il 2008”.