ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Malala: migliora, ma ancora rischi per la ragazzina anti-Taliban

Lettura in corso:

Malala: migliora, ma ancora rischi per la ragazzina anti-Taliban

Dimensioni di testo Aa Aa

Fa progressi importanti Malala, la quindicenne pakistana colpita dai Taleban perché militava per il diritto allo studio delle bambine.

I medici dell’ospedale di Birmingham, dove è ricoverata, hanno riferito che la ragazzina vuole ringraziare tutti per l’attenzione che le viene dedicata. Non è fuori pericolo, ma migliora, secondo il primario:

“Malala ha ancora qualche segno di infezione, probabilmente legata al percorso del proiettile, e questa è la fonte principale di preoccupazione, al momento. Chiaramente non è ancora fuori pericolo, però sta migliorando, e tra l’altro stamattina quando sono andato a visitarla si è alzata in piedi per la prima volta, con un po’ di aiuto. Riesce a comunicare, scrive”.

La ragazzina non può parlare a causa di una tracheotomia, ma potrà tornare ad esprimersi anche oralmente. Resterà poi da ricostruire parte del cranio danneggiata dal proiettile. Era stata colpita all’uscita da scuola, proprio perché criticava i Taleban e la loro proibizione dell’istruzione per le ragazzine.