ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Voleva attentare alla Fed". Arrestato a New York un ventunenne

Lettura in corso:

"Voleva attentare alla Fed". Arrestato a New York un ventunenne

Dimensioni di testo Aa Aa

La polizia di New York ne è convinta: il ventunenne del Bangladesh finito in manette aveva l’intenzione di compiere un attentato esplosivo contro la sede della Federal Reserve.

I 450 chili di esplosivo in suo possesso, tuttavia, non avrebbero potuto scoppiare, dato che al giovane erano stati forniti da agenti provocatori dell’Fbi che avevano provveduto a renderli inoffensivi.

Un portavoce della polizia spiega che il giovane è entrato negli Usa “con l’intenzione di compiere una Jihad. Aveva pensato alla Borsa di Wall Street, ma ha visto gli alti standard di sicurezza, così ha cambiato obiettivi, puntando sulla Fed”.

Nel quartiere newyorchese del Queens, i vicini del ragazzo si dicono sorpresi del suo arresto.

“Mi è venuta paura, non posso credere che un terrorista viva dall’altra parte della strada rispetto a casa mia, tutto questo è davvero spaventoso”.

La tecnica di incastrare potenziali terroristi con l’uso di agenti provocatori è frequentemente usata negli Usa.