ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Vertice UE: unione bancaria in agenda, e tensioni franco-tedesche sullo sfondo

Lettura in corso:

Vertice UE: unione bancaria in agenda, e tensioni franco-tedesche sullo sfondo

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Unione bancaria e la supervisione europea sugli istituti di credito hanno un effetto irritante su Angela Merkel, a giudicare dalle prime battute del vertice europeo che si è aperto nelle scorse ore a Bruxelles. La cancelliera tedesca e il presidente francese, François Hollande, si sono incontrati in un bilaterale prima di raggiungere i colleghi europei. E se la Merkel propone che la Commissione abbia potere di veto sui bilanci nazionali, Hollande su questo chiude la porta:

“Ci sono delle proposte di rafforzamento dell’Unione sui bilanci – conferma -: ma se ne parlerà più avanti. Per ora si tratta di realizzare l’Unione bancaria, che è all’ordine del giorno di questo vertice. Quindi con la signora Merkel sicuramente discuteremo delle prossime tappe: ma prima bisogna concludere la tappa dell’Unione bancaria”

Angela Merkel, che in più momenti è apparsa tesa, ha delineato quattro temi fondamentali: supervisione bancaria, ma anche coordinamento della politica economica, cooperazione fiscale e legittimazione democratica dell’Unione.

Ai giornalisti però, all’arrivo, ha solo sottolineato che in questo vertice non si prenderanno decisioni, che si tratta di un vertice preparatorio per quello di dicembre. “Una direzione però bisogna stabilirla”, ha aggiunto.

Successivamente Angela Merkel ha vistosamente scosso la testa durante l’intervento di François Hollande, cosa che sembra confermare una tensione persistente tra i due. Sullo sfondo c‘è anche la gestione della crisi greca, con il nuovo rapporto della troika che viene valutato a margine. Prima del vertice Mario Monti ha avuto un incontro bilaterale con François Hollande, e si è poi intrattenuto a lungo con il Presidente del Consiglio europeo, Hermann Van Rompuy.